L’Italia regala 13 milioni ai sub tunisini

renzi4

Un centro di formazione subacquea professionale vedrà presto la luce a Zarzis, grazie ad un progetto di cooperazione italo-tunisino. La creazione del centro, i cui lavori di costruzione inizieranno nel giugno di quest’anno, rientra nell’ambito di una politica di sviluppo regionale volta alla valorizzazione del Sud-est tunisino, con conseguenze positive sul fronte occupazionale dei giovani della regione e risponde all’esigenza di rispondere in maniera adeguata al bisogno di manodopera specializzata nei mestieri relativi alle immersioni subacquee e alla lotta contro gli incidenti grazie ad una adeguata prevenzione.
Una volta a regime il centro, che si estenderà per una superficie di 7200 m2 potrà accogliere circa 75 giovani ogni anno. Il progetto del ministero della Difesa tunisino, che aprirà le sue porte nel 2018, ha un costo totale di circa 95 milioni di euro, cui la Cooperazione italiana allo sviluppo parteciperà con un contributo pari a 13 milioni di euro e all’acquisizione di tutto l’equipaggiamento necessario al centro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: